Si può fare

Proseguono le iniziative «CHI CI SALVA DALL’INTEGRAZIONE? ECOLOGIA DELLA SALUTE MENTALE A 40 ANNI DALLA LEGGE ‘BASAGLIA’ (1978-2018)» promossa dall’associazione Oltre l’Occidente con intensa collaborazione con il centro diurno Orizzonti Aperti afferente al DSMPD della ASL di Frosinone.

Partendo dal presupposto che la discriminazione e l’esclusione sociale delle persone con problemi mentali e delle loro famiglie sono la conseguenza sia del disordine mentale che dello stigma, dell’allontanamento e dell’esclusione dalla società, è importante organizzare campagne di informazione pubblica e di sensibilizzazione attraverso al fine di promuovere la salute mentale, di aumentare le conoscenze, di destigmatizzare i disturbi mentali e favorire la ricerca della migliore e più efficace risposta.

Una delle attività previste è la visione del cinema che consente allo spettatore di immedesimarsi, emozionarsi, esprimersi: cinema come conoscenza di sé e dell’altro da sé. Attraverso le immagini e le emozioni della storia messa in scena, si ampliano le proprie prospettive e si conoscono storie di vita diverse: il cinema è uno spazio di confronto e di crescita, è condivisione di esperienze emotive e cognitive, è elemento di aggregazione; consente di comprendere realtà apparentemente distanti dalla propria.

Il 4 luglio a Vallecorsa presso la biblioteca Comunale alle 17.30 si discuterà di salute mentale anche attraverso la proiezione del film Si può fare di Giulio Manfredonia, ambientato nella Milano nei frizzanti anni Ottanta.

Le prossime iniziative in programma sono per il 13 luglio a Ceccano, il 20 a Roma, il 27 ad Anagni e il 1° agosto a Villa Santo Stefano….