Una scuola partecipativa

L’associazione Oltre l’Occidente dal 2017 svolge volontariamente presso la REMS di Ceccano  rialfabetizzazione e alfabetizzazione di residenti italiani e stranieri. Le attività hanno lo scopo di promuovere l’integrazione attraverso attività culturali, ma anche ricreative realizzate anche con la partecipazione diretta delle persone private della libertà.

Negli anni 2017 si è lavorato alla costituzione di un punto di lettura con testi forniti dall’Associazione stessa e con l’avvio di incontri settimanali dove partecipano dalle 6 alle 8 persone, sia di cittadinanza italiana, sia straniera, che durano fino ad oggi. Nel 2018 e 2019 lo spazio comune si è arricchito di una sala audio/video e di una serie di attrezzature per attività ricreative.

La continuità degli incontri, la diversità degli approcci alle singole storie, rileva la necessità di attrezzare per la sala degli incontri con strumentazioni più idonee alla formazione continua per aiutare meglio il passaggio di informazioni.

SCOPO

Ala luce della Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità, le persone residenti non vengano escluse dal sistema di istruzione generale sulla base della disabilità, riconoscendoche la situazione dei residenti è il risultato dell’interazione tra persone con minorazioni e barriere attitudinali ed ambientali, che impedisce la loro piena ed efficace partecipazione nella società su una base di parità con gli altri, si è intenzionati a promuovere la disponibilità e l’uso di nuove tecnologie, incluse tecnologie dell’informazione e della comunicazione, adatti alle persone con disabilità,

In questi anni di esperienza di condivisione di uno spazio formativo e ri-formativo è diventato un appuntamento fisso e atteso dai residenti. I limiti di tempo e l’approccio non sempre ben strutturato segnalano un impegno più attento e costruito per rendere più produttivo questo prezioso spazio. Mantenere percorsi duraturi, avviare attività di alfabetizzazione e rialfabetizzazione, aggiungere riflessioni di storia, geografia, educazione civica, cronaca  che appaiono necessari per ricostituire un contesto con il mondo circostante che appare spesso nebbioso e lontano. C’è bisogno di lavorare sul recupero della cittadinanza per l’inclusione sociale attraverso una azione congiunta con le istituzioni pubbliche e con le strutture informali e associative che parallelamente promuovono la partecipazione attiva e responsabile di tutti i soggetti anche quelli più deboli.

OBIETTIVI

  1. Costruire una aula formativa con strumentazione tecnologica avanzata
  2. Continuare percorsi di alfabetizzazione e rialfabetizzaione con uno sguardo al contesto globale, promuovendo per i giorni natalizi attività culturali di storia e geografia con l’iuto degli ausili tecnologici.

Le modalità di realizzazione descrivere le risorse logistiche attivate

Mentre ogni settimana i volontari dell’Associazione promuoveranno incontri aperti al fine di portare a compimento le azioni previste e riuscire a dare le basi per una autorganizzazione delle attività, in questo caso di gestione delle attività culturali, l’aula formativa viene dota di una lavagna luminosa che aumenta le attività interattive tra i residenti e i formatori.

 I risultati attesi

Alla fine della iniziativa la struttura si doterà di strumenti più idonei che forniranno un modo di coinvolgimento alternativo alle attività interne ed esterne, mentre i volontari che continueranno il percorso settimanale cercheranno di avvicinare temi e strumenti all’utenza.