A 40 anni dalla morte di Jean Paul Sartre

A quarant’anni dalla scomparsa di Jean Paul Sartre, Oltre l’Occidente avverte la necessità di dedicare alcuni incontri alla figura e all’opera del grande intellettuale francese.

Sartre fu insegnante di filosofia, saggista, romanziere, drammaturgo, polemista, filosofo sempre impegnato in prima fila nei dibattiti culturali e politici del suo tempo.

Annoverato tra i padri dell’Esistenzialismo, la sua opera fu talmente incisiva nel dibattito politico, culturale e sociale del 1900 che si è portati a pensare che la filosofia contemporanea avrebbe percorso altre strade in sua assenza. Ne caratterizza, inoltre, l’operato, il proprio impegno “fisico” nelle numerose lotte per la dignità dell’uomo nel secolo scorso. Dalla partecipazione alla Resistenza alla questione algerina, dalla Guerra fredda al Vietnam, dalla critica all’imperialismo americano al ’68 e alla rilettura del marxismo. 

Gli incontri organizzati da Oltre l’Occidente saranno tre: il primo consisterà in uno sguardo complessivo sull’opera e sull’impegno politico, il secondo nella proiezione di un film ( “Kean- Genio e sregolatezza” di Francesco Rosi, dall’opera teatrale di Dumas e dal rifacimento di Sartre ) il terzo in un approfondimento dei temi della sua visione del mondo.

Vi aspettiamo.